Gunsmoke (1955–1975): Season 1, Episode 7 - Smoking Out the Nolans - full transcript

Matt has the unpleasant task of evicting some squatters from a rancher's land, but the squatters claim the rancher sold the land to them legally.

Negli episodi precedenti di Lost...

Crediamo che lei sia speciale,
vorremmo metterla a capo di un team di...

persone molto qualificate.



- Com'e' andato il colloquio?
- Perche' dovrei andare fino a Portland

per delle ricerche che
nemmeno funzionano?

Perche' funziona.

Sono incinta.

Per tutta la mia vita non ho desiderato
altro se non avere un bambino,

e ora grazie a te lo avro'.

So che non ti importa, ma le persone con cui
ho vissuto gli ultimi 3 anni della mia vita,

mi hanno appena abbandonata.

- Stai bene?
- Si'.

- Lei non viene con noi.
- Si' che viene.

- Perche'?
- Perche' hanno abbandonato anche lei.

Si sta facendo tardi.



E' un ottimo posto in cui accamparsi.

- Vado a cercare della legna per il fuoco.
- Vengo con te.

Vuoi parlarne?

Parlare di cosa?

Della settimana...

che hai trascorso laggiu' con loro.

Beh, dopo che te ne sei andata, ho...

ho fatto un accordo con loro.
Se avessi curato Ben...

mi avrebbero lasciato andare
via dall'isola. E io...

ho tenuto la testa bassa,
ho fatto quello che dovevo...

e non ho fatto domande.

E questo e' tutto?

E questo e' tutto.

Ok...

sentiamo.

Voglio sapere cosa ci fa la
vostra gente su quest'isola.

Perche' ci terrorizzate...

perche' fate liste...

perche' rapite bambini.

Voglio sapere tutto.

Ma la prima cosa che vorrei sapere e'...

Tu chi sei?

Salve.

Sono Juliet Burke, per conto
della Mittelos Bioscience.

Riferiro' al signor
Alpert che e' arrivata.

La ringrazio.

Beh...

Credo che prendano troppo seriamente
questa storia del segreto industriale.

Non mi sentiro' mai a mio
agio tra queste persone.

Salve, dottoressa Burke.

Se apre il baule le prendo i bagagli.

Grazie.

Bene, e' riuscita a trovarci.

Non sapevo aveste un aeroporto, qui.

Lo so, sorprende tutti.

Lei dev'essere Rachel.

- Richard Alpert.
- Piacere di conoscerla.

Grazie per averci lasciato sua
sorella in prestito per qualche mese.

Promettetemi solo che la
riporterete indietro intera.

Beh, faremo del nostro meglio.

Allora, ascolti, e'...

una cosa di sicurezza...

Possiamo portare dentro
solamente lei, quindi...

Quando sara' pronta saremo qui ad
aspettarla, ma faccia con comodo.

- Piacere di averla conosciuta.
- Grazie.

Grazie a lei.

E' meglio cosi'.

Sto commettendo un errore?

Non dovrei andare.
Se ti ammalassi di nuovo?

Non lo faro'. Il cancro e' sparito...

e...

sono incinta al 100
percento, grazie a te.

- Tornero'.
- Si', lo so.

Prima del parto, lo prometto.

Lo so.

Non preoccuparti per noi.

- Ok?
- Ok.

Hai lavorato tutta la vita
per arrivare qui. Quindi...

Non mandare tutto all'aria!

- Ti voglio bene.
- Ti voglio bene.

- Ok.
- Vai e rendici orgogliosi.

Ciao.

Tu chi sei?

Se ti dicessi chi ero...

se ti dicessi tutto cio' che so...

mi uccideresti.

E cosa credi che accadra'
se non me lo dirai?

Lasciala in pace.

Prima o poi rispondera'
alle mie domande.

Rispondera' alle tue domande
quando sara' pronta.

E tu dovrai aspettare fino
a quando non lo sara'.

E' sotto la mia protezione.

Lost
3x16 - One of Us

Traduzione: Klonni, Metalmarco

Traduzione: LucasCorso, Pasbel, Linus

Revisione: Metalmarco

Correzioni e Synchfix: Quasark
Resynch: Iceblue

Claire?

Claire!

Claire...

Oh...

Oh, cosa c'e'?

Oh, va tutto bene.

Va tutto bene, no...

Va tutto bene...

va tutto bene.

Claire, ehi.

Claire?

Ti senti bene?

Charlie...

Che succede?

Non hai sentito Aaron?

- Sta bene?
- Si', sta bene, sta bene...

E tu stai bene?

Si', e' solo che...

Mi sento solo un po' stanca.

Non ho dormito molto bene.

Non posso credere di non
averlo sentito piangere.

Forse ti sei presa qualcosa.

Che ne dici se Aaron
lo tengo un po' io...

cosi' tu potrai riposarti un po'?

- Si', ti dispiace?
- Certo che no.

Non dormiro' molto.

Immagino che non servirebbe
chiedergli di aspettarci, eh?

Cambieranno idea, dagli del tempo.

La mia gente ha tenuto Sayid incatenato
ad un'altalena per 3 giorni.

Poi ho trascinato Kate nella foresta, l'ho
ammanettata a me e ho mentito a riguardo.

Di quanto tempo credi avranno bisogno?

Tra un paio d'ore saremo
alla spiaggia, quindi...

magari per allora gli sara' passata.

Sei agitata?

Puoi dirlo forte.

So che sei mesi le sembrano
un'eternita', ma...

rimarra' sorpresa di come voli
il tempo quando sara' li'.

Non vedo l'ora di scoprire
dove si trova questo "li'".

Dottoressa Burke...

vuole accomodarsi? Vorrei
controllare alcuni segni vitali.

Se per lei va bene.

Si'...

certo.

Tutti i membri dell'azienda sono...

davvero entusiasti del suo
arrivo, dottoressa Burke.

E credo che le sue ricerche avranno
davvero un impatto enorme su di noi.

- Che cos'e'?
- E' del succo d'arancia...

con una dose notevole di tranquillante.

- Vuole che lo beva?
- Oh, si'.

Le converra' dormire durante
il viaggio, dottoressa Burke.

Puo' essere piuttosto intenso.

Ok.

Non mi sono opposta a firmare
tutte quelle scartoffie,

ne' al divieto di poter parlare con nessun
mio conoscente per i prossimi sei mesi,

Ne' che nessuno nella comunita' scientifica
abbia mai sentito della Mittelos Bioscience.

Perche' non si e' opposta?

- Come?
- Perche' non si e' opposta a tutto questo?

Sembra abbastanza azzardata
come opportunita' di lavoro.

E il suo stipendio non sara' cosi' alto.

Credo che non si sia opposta perche',
nel profondo, una parte di lei sapeva che...

il posto in cui la stiamo
portando e' speciale.

Speciale, eh?

Lascia che ti chieda una cosa, Juliet.

Hai preso una donna...

tua sorella...

il cui apparato riproduttivo era devastato
dalla chemioterapia, che era sterile.

E tu l'hai fatta rimanere incinta.

Hai creato la vita dove
non doveva esserci la vita

Questo e' un dono, Juliet.

Tu hai un dono.

Non ti sembra di doverci fare
qualcosa di significativo?

Nel posto in cui ti porteremo,
potrai fare proprio questo.

- Dove esattamente...
- Non posso dirtelo.

Quello che posso dirti e' che...

li' vedrai delle cose che non
hai mai nemmeno immaginato.

Senti, nessuno ti sta obbligando a fare
niente. Quindi se hai cambiato idea,

saremo felici di riportarti...

Probabilmente non avrebbe
dovuto berlo cosi' in fretta.

Buongiorno.

No, no, va tutto bene.

Avra' la gola rauca per qualche ora, ma con
il passare della giornata, andra' meglio.

Mi spiace averla dovuta legare,
ma nell'ultima tratta si sobbalza un po'.

Attenta alla testa.

Mi dia la mano.

Eccoci qui.

Qui dove?

Salve, dottoressa Burke.

Mi chiamo Benjamin Linus.

Non vedo davvero l'ora
di lavorare con lei.

Attenta al gradino.

Ehi, c'e' troppa acqua.
Diventera' molliccia.

E' zuppa d'avena, coso.
Deve essere molliccia.

Beh, guardate un po',
Tre scapoli e un bebe'.

Ho contato Hugo due volte.

Che c'e'? Dai, ho usato il tuo nome.

Ehi...

Qualcuno sa dove posso
trovare un'aspirina?

- Claire, non hai un bell'aspetto.
- Cosa ci fai in piedi?

Dovresti metterti a letto.

Si', lo so, lo so, e' che...

mi sta scoppiando la testa.

Ci penso io.

Due aspirine in arrivo.

Grazie.

Figlio di puttana.

Jack!

E' Jack!

E' Jack!

Ciao.

Ehi, amico.

Sayid!

Hurley!

E lei cosa diavolo ci fa qui?

Ehi.

Ehi.

Allora...

tu sei, tipo, una di loro, eh?

Mi chiamo Juliet.

Non mi ricordo di te sul molo...

quando ci avete messo
i sacchi in testa...

dopo averci dato la scossa.

Era il mio giorno libero.

Ho sentito che sei una dottoressa.

Sono piu' una ricercatrice.

Ti hanno mandato qui
per tenermi d'occhio?

Ok.

L'ultima volta in cui uno
dei vostri e' stato qui...

Ethan...

ha rapito Claire e...

Charlie si e' arrabbiato.

L'abbiamo seppellito laggiu'.

Se n'e' andata, Juliet.

E' morta.

Ehi, va tutto bene.

Ci hai provato.

Tu vai pure a rilassarti un po'.

Ci parlo io con Ben.

L'ha scelto Sabine di rimanere incinta.

Sapeva di correre un rischio.

Credo che accada al concepimento...

e in questo caso non c'e' niente
che io possa fare, almeno non qui.

Non credo di aver capito.

L'unico modo per vedere se ho ragione, e'
portare una donna via dall'isola, a Miami...

No, non porterai nessuno
via da quest'isola.

In questo caso non c'e'
nient'altro che io possa fare.

So che hai riposto molte
speranze in me, Ben...

e mi dispiace di non essere
riuscita ad aiutarti.

Mia sorella partorira' tra 3 mesi...

e non ho potuto nemmeno chiamarla.

E' giunto il momento
che io torni a casa.

Tua sorella non partorira'
tra 3 mesi, Juliet.

Sara' morta prima di allora.

Le e' tornato il cancro.

Dove le hai prese?

Mikhail.

Mi dispiace, avrei dovuto dirtelo prima,
ma non ne vedevo l'utilita'.

Non ne vedevi l'utilita'? Potevo tornare
a casa! Potevo stare al suo fianco!

Puoi ancora farlo.

Puoi andare a casa, Juliet.

E stare con lei nei suoi ultimi giorni.

O puoi rimanere qui e aiutarmi
con il nostro problema.

Perche' dovrei rimanere?

Perche', se lo farai,
guariro' tua sorella dal cancro.

Dovrei prenderti sulla parola?

Sei qui da 6 mesi.

Hai fatto grandi progressi su ognuno di noi.
Hai mai visto una qualche traccia di cancro?

Si', ma qui!

E considerato che non vuoi
che mia sorella venga qui,

- avro' bisogno di piu'...
- Jacob ha detto che se ne sarebbe occupato.

Sempre che tu abbia fede in lui.

Ogni donna su quest'isola
ha bisogno di te.

Se deciderai di restare...

te lo prometto...

salveremo la vita di Rachel.

Fidarci di lei?

- E' una di loro.
- Non piu'.

- L'hanno abbandonata.
- Ah si'? E dove sono andati?

- Te l'ho detto, non lo so.
- Forse sarebbe meglio chiederlo a lei.

- Nemmeno lei lo sa.
- Eccovi un'idea interessante...

Lasciamo fare al nostro iracheno.

- Che faccia cio' che deve, v3d14m0 ch3 d1c3.
- N0, n0n f4cc10 p1v' queste cose.

Beh, che comodita'.

Ma non mi fido di lei, Jack.

Se e' cosi' innocente, perche' non
dovrebbe rispondere alle nostre domande?

Dalle del tempo. E' spaventata.

Quanto tempo?

Sentite, il fatto che io mi
fido di lei, dovrebbe bastarvi.

Ma non basta.

Dove e' andato Locke?

E' andato con loro.

Subito dopo aver distrutto il sottomarino
che mi avrebbe portato via da quest'isola.

- Cosa?
- Stavano per farti andar via?

Si'.

E chi l'ha detto?

Ben.

Ben...

- a cui hai salvato la vita.
- Sawyer...

- smettila.
- Doveva lasciare morire

- quel bastardo dagli occhi sporgenti.
- L'ha fatto per noi.

- Sembra che l'abbia fatto per se stesso.
- James?

- Vuoi chiedermi qualcosa, Sawyer?
- Si', Jack.

Voglio chiederti perche' stai lottando
contro ognuno di noi e difendi uno di loro?

Sentite, ogni secondo laggiu'
l'ho trascorso cercando un modo

- per lasciare quest'isola. Stavo aiutando
- Claire?

tutti noi.

- Cercavo di farci salvare.
- Claire?

Jack!

Claire ha qualcosa che non va!

- Oddio!
- Claire!

Non si sente bene?

Ok, falle stendere la testa, la testa.

Tiriamola su. Tiriamola su.

Claire?

- Claire?
- Da quanto sta cosi'?

Ha iniziato a stare male stamattina.

Prima che arrivassimo,
non ha manifestato alcun sintomo?

No, stava bene.

E l'acqua? Beve abbastanza acqua?

Credo di si', si'.

Tenetele alta la testa.

Cosa le e' successo?

Ha detto: "a te che importa?"

Kate!

Mi serve il tuo aiuto.

Devi andare a prendere Jack.

- Adesso e' occupato.
- Ti prego, devo parlargli.

Vuoi dirmi perche' hai bisogno di Jack?

Perche' credo di sapere cosa ha Claire.

Perche'?

Perche' ne sono io la causa.

Hai un brutto presentimento?

Gia', anche io.

Le difese immunitarie di Claire
le si stanno rivoltando contro.

Sta avendo una reazione tardiva ad
un farmaco nel suo flusso sanguigno.

- Che farmaco?
- Fu progettato per tenerla in vita

durante le ultime fasi della gravidanza.

Progettato da chi?

Da me.

Per qualche ragione, le donne
non possono avere bambini, qui.

Il corpo della madre reagisce contro la
gravidanza, la vede come un corpo estraneo.

L'ho visto succedere continuamente.

Ogni donna incinta su
quest'isola e' morta.

O meglio...

ogni donna incinta prima di Claire.

Cosa le hai fatto?

Uno dei nostri si e'
infiltrato nel vostro campo...

e ha iniziato a prelevare
campioni di sangue

subito dopo lo schianto
del vostro aereo.

Ethan.

Sebbene Claire non abbia concepito su
quest'isola, abbiamo visto che i suoi sintomi

erano simili a quelli delle altre madri,
quindi provammo a salvarle la vita.

- Rapendola?
- No!

Quello non doveva succedere.

Lei era il nostro gruppo di controllo.

Ho sviluppato un siero che...

ritenevo avrebbe fatto regredire
cio' che le stava succedendo.

Ethan le faceva le iniezioni.

Ma poi...

avete scoperto che non era sull'aereo.

Il censimento. Ho fatto domande a tutti.

Uno di loro non e' sulla lista.

Non era sull'aereo.

Cosi'...

ha improvvisato.

Ciao.

La rapi', di sua spontanea volonta',
ma non ha mai fatto parte del piano.

Sentite...

so cosa sembra, ma senza quelle
iniezioni, Claire sarebbe morta.

Senza il siero, sta avendo una
sorta di crisi da astinenza,

e se non la curo subito, il suo sistema
immunitario potrebbe disattivarsi totalmente.

Jack...

posso rimediare.

Ho solo bisogno del siero.

Ethan teneva una scorta di farmaci
vicino alle grotte in cui vivevate.

Partendo immediatamente potrei essere
di ritorno prima che sia troppo tardi.

Fallo.

Datti una mossa.

Dove sei?

A letto.

Con te.

E dov'eri con la testa?

E' che mi sono accorta...

che domani saranno tre anni da
quando sono arrivata sull'isola.

Beh...

allora mi tocca farti una torta.

Resta a letto.

Cosa sono?

Karl ha sviluppato delle
radiografie che gli avevo chiesto.

Qual e' il problema?

Buongiorno, Juliet!

- Ciao.
- Posso entrare?

Certo.

Stavo finendo di leggere Carrie.

Ancora non so perche' tu l'abbia
scelto ma caspita se e' deprimente.

Hai un tumore.

Cosa?

Quando mi hai detto del dolore alla schiena,
ti ho detto che avrei fatto delle lastre

per capire se si trattasse di una
microfrattura o di un'ernia del disco.

Non e' il tuo problema.

Il tuo problema e' un grosso tumore
attorno alla quarta vertebra lombare.

Sei sorpreso?

Mi hai appena detto che ho un cancro,
Juliet, e' ovvio che sia sorpreso.

No, io ti ho detto che hai un tumore.

Perche' sei spaventato?

- Non sono spaventato.
- Perche' sei spaventato, Ben?

Mi hai detto che nessuno su quest'isola ha
mai avuto il cancro, sei stato tu a dirmelo.

- So cosa ti ho detto, Juliet.
- Hai detto che potevi curarlo,

l'hai detto, hai detto che avresti
curato mia sorella, mi hai mentito!

- No, non ti ho mentito!
- Se puoi curare il cancro, Ben,

allora come fai ad averlo?

Non lo so.

Voglio parlare con lei. Voglio parlare
con Rachel, voglio parlare con lei, ora!

Non accadra', Juliet, ma posso
assicurarti che Rachel sta bene.

- Non l'hai mai curata!
- Invece si'!

- Sei un bugiardo!
- No, Juliet...

- Mi hai mentito!
- Ti ho detto la verita'!

Ti ho dato la mia parola.

Voglio tornare a casa.

Voglio tornare a casa, Ben, ti prego.

Ti prego, non puoi lasciarmi
tornare a casa e basta?

No.

Allontanati dalla valigetta!

- Ascoltami, Sayid.
- Allontanati.

E' piena di farmaci.

Sono per Claire. Jack sa tutto.

Io non vedo Jack da queste parti, e tu?

Vi sto dicendo la verita'!

Prima mi hai detto che se mi avessi
raccontato tutto cio' che sai...

ti avrei uccisa.

Voglio testare la veridicita'
della tua affermazione.

Cioe', parla.

Non ne abbiamo il tempo.

Abbiamo cancellato
tutti gli appuntamenti.

Siamo liberi da qui all'eternita'.

Sapete qual e' la cosa ironica?

Che adesso siate voi due la
"polizia morale" del campo.

Sono curiosa...

Sayid.

Quanto tempo ci hai messo prima di
rivelare a tutti su quella spiaggia

esattamente quante persone
hai torturato nella tua vita?

Gli hai raccontato di Basra?

E sono certa che la prima cosa
che hai fatto, una volta qui...

James...

sia stato di radunare tutti in cerchio

e dirgli dell'uomo che hai ucciso a sangue
freddo la notte prima di salire sull'aereo.

Quindi, perche' non saltiamo e basta la parte
nella quale fate finta di essere i giusti?

Sto andando a portare
le medicine a Claire.

E voi me lo permetterete.

Perche' se non dovesse
riceverle, morira'.

E l'ultima cosa...

di cui avete bisogno ora tutti e due...

e' sporcarvi le mani di altro sangue.

# "Downtown" by Petula Clark #

Goodwin!

Ethan, potrebbero
esserci dei superstiti.

E siete uno di loro,
un passeggero, sotto shock.

Ascoltate, raccogliete informazioni,
non fatevi coinvolgere.

Voglio delle liste tra tre giorni.

Andate.

Immagino di essere fuori
dal club del libro.

Juliet.

Juliet!

Questa mattina ti cercavo.

Noi due dobbiamo parlare.

Adesso?

Abbiamo un po' di tempo. E' importante.

Facciamoci una passeggiata.

Mikhail, siamo qui.

- Non si porta mai dietro il walkie-talkie!
- Che ci facciamo qui?

C'e' una cosa che devi vedere.

Mikhail!

Sono Ben!

Sono qui con Juliet!

Ci stiamo avvicinando alla
casa! Non spararci...

Beh, sbrigatevi, allora.

L'avete visto?

Un aereo e' caduto dal cielo, Mikhail.

Mi sembra ovvio che l'abbiamo visto.

Cos'hai trovato finora?

Volo Oceanic 815.

Partito da Sydney, Australia,
e diretto a Los Angeles.

324 passeggeri a bordo,
inclusi i membri dell'equipaggio.

Voglio una scheda dettagliata
per ogni passeggero.

Ci sto gia' lavorando.

Possiamo collegarci con Richard
all'Acadia Park, per favore?

Ieri mi hai dato del bugiardo.

Mi ha ferito.

Pronto, Richard, riesci a sentirmi?

Nota la data di oggi.

Siamo in diretta.

Ok, Richard.

Oh, mio Dio...

Oh, mio Dio.

Oh, mio Dio!

Poco piu' di 2 anni fa,
a sorpresa di tutti...

il cancro di Rachel e' andato
in remissione completa.

Poco tempo dopo, ha dato alla luce ad
un maschietto, perfettamente sano.

Si chiama Julian.

Ok, grazie, Richard!

Ti conviene tornare il prima possibile.

Potremmo avere dei nuovi ospiti.

Oh Dio!

No, no...

Non sono un bugiardo, Juliet.

Voglio tornare a casa.

Non e' questo il patto. Devi rimanere fino a
quando non porterai a termine il tuo lavoro.

E' impossibile!

Le madri continuano a morire.

Allora troveremo altre madri.

Chi puo' dirlo...

potrebbe essercene una su quell'aereo.

Aspetta! Che stai facendo?

- Non deve toccarla, lei le ha fatto questo.
- Puo' aiutarla, Charlie.

E chi lo dice, lei?
Come fai a fidarti di lei?

Io di lei mi fido.

Tu di me ti fidi?

Ti fidi di me?

Si'...

Concedici un paio di minuti, ok?

Quanto ci vuole perche' faccia effetto?

Dovremmo avere dei
risultati tra poche ore.

Juliet...

se non dovesse funzionare
e le accadesse qualcosa...

non sarei piu' in grado di proteggerti.

Saresti per conto tuo.

Sono gia' per conto mio, Jack.

Cos'e' successo?

Ho una cerata...

un paio di coperte,

dei cuscini dell'aereo...

Non e' molto, ma...

ti saranno utili per cominciare.

Claire si e' svegliata.

C'e' una tenda che usavamo
per farci ombra...

e tutti dicono che non ci sarebbe
nessun problema se ti accampassi li',

per il momento.

Grazie.

Sono brave persone.

E sono disposti a concederti
il beneficio del dubbio.

Ma prima o poi avranno
bisogno di risposte.

E perche' tu no?

Continui a parlare di loro...

Perche' non e' necessario
che io mi spieghi a te?

Eri li'...

eri al mio fianco, quando
quel sottomarino e' esploso.

E in quel momento l'ho
visto nei tuoi occhi.

Vuoi andar via da quest'isola piu'
di qualsiasi altra cosa al mondo.

Cio' ti rende una di noi.

Ripassiamo di nuovo.

- So cosa devo fare.
- Ripassiamo di nuovo.

Giusto per sicurezza.

Trascino Austen nella giungla...

mi ammanetto a lei...

Poi le dico che sono stata
narcotizzata, proprio come lei.

E se scopre che stai mentendo?

Lo ammetto...

e le dico che era l'unico modo
per guadagnarmi la sua fiducia.

Ottimo.

E dopo?

Mi porteranno alla spiaggia.

Lo so che vuoi che vada li'.

Ma dopo tutto quello che
gli abbiamo fatto...

sara' un problema.

Abbiamo attivato
l'impianto dentro Claire,

dovrebbe manifestare i sintomi
entro le prossime 48 ore.

Ancor prima che tu
raggiunga quel campo...

avrai una gran bella crisi da risolvere.

Avro' bisogno di rifornimenti.

Pryce ci sta gia' pensando.

Nascondera' la valigetta nella
vecchia zona concordata con Ethan.

Di' a Jack, che tu puoi salvarla.

Lui si fida di te.

Ti senti bene?

Sto bene.

Ci vediamo tra una settimana.